from €440,00
Richiedi Info

GITA IN ESTIVA DALLA VAL VIGEZZO ALLA VAL D’OSSOLA dal 17 al 19 Luglio 2020

Descrizione

GITA IN ESTIVA DALLA VAL VIGEZZO ALLA VAL D’OSSOLA, TRA MONTAGNE E SPECCHI DI ACQUA INCANTATI.

DOMODOSSOLA, MACUGNAGA, LOCARNO, VAL FORMAZZA E CASCATE DEL TOCE.

Itinerario

Espandi tutto
1° giorno – RIVIERA LIGURE – MACUGNAGA - DOMODOSSOLA

Partenza in mattinata per il Macugnaga, via autostrada in autopullman Gran Turismo. Arrivo e pranzo in ristorante. Incontro con la guida e visita della città. Il paese è di origine Walser, coloni rurali giunti dal Vallese (vicina Svizzera), nel XIII secolo.
A Pecetto si potrà visitare la parte più antica di Macugnaga, il Dorf, caratterizzato dalle tipiche case in legno.
In fondo al paese si trova la chiesa gotica e il cimitero dove trovarono l’eterno riposo le prime guide alpine ed infine il vecchio Tiglio dove sotto le sue fronde si riunivano per amministrare la giustizia. Molto interessante è il Museo Casa Walser dove si potrà comprendere la dura vita di questo “popolo della montagna”, in questa tipica casa vengono conservati gli oggetti di uso quotidiano. Il viaggio continua con la visita della miniera d’oro della Guia, prima miniera d’oro nelle Alpi aperta alla visita, è una miniera-museo. Sin dai tempi dei Romani qui si scavava per ricavare l’oro dai filoni minerari della Valle Anzasca. Al suo interno vi sono 9 gradi costanti: quindi vestirsi bene! Arrivo quindi a Domodossola, sistemazione in albergo. Di notevole interesse il centro storico con palazzi medioevali e rinascimentali e la piazza Fontana e l'attigua via Carina con le abitazioni con le balconate in larice tipiche dello stile architettonico walser. Cena e pernottamento.

2° giorno: SVIZZERA: LOCARNO E MONTE CARDADA

Prima colazione. Intera giornata dedicata alla visita guidata. Partenza in autopullman per Locarno. Locarno, è terza città per importanza del Canton Ticino, famosa per il Festival internazionale del film di Locarno che si tiene ogni anno nella bella Piazza Grande. Una passeggiata sotto i portici è d’obbligo, sino ad arrivare al Castello Visconteo, che ricorda che fino al 1512 questa terra era sotto il Ducato di Milano. Prima in cremagliera e poi in funicolare, risalita fino al Monte Cardada da dove si può godere di un panorama mozzafiato. Da qui con una camminata di circa 30 minuti si arriva al rifugio Stallone dove si potrà gustare un pranzo tipico montano. Per chi non si sente di camminare, la sosta sarà all’arrivo della funivia dove si potrà pranzare al ristorante e attendere il gruppo dal rifugio, oppure tornare al capolinea dove si trova il santuario della Madonna del Sasso. LA SCELTA DEL PRANZO DEVE ESSERE FATTA AL MOMENTO DELL’ISCRIZIONE TRA RIFUGIO O RISTORANTE, PER MOTIVI ORGANIZZATIVI. Solo in caso di condizioni meteo avverse, l’escursione verrà riadattata dalla guida, escludendo la salita in montagna e aggiungendo una visita più dettagliata sul lago. Rientro in albergo per la cena e il pernottamento.

3° giorno: VAL FORMAZZA – CASCATE DEL TOCE – LAGO DI MORASCO – RIALE – RIVIERA LIGURE

Dopo la prima colazione, partenza per la Val Formazza o Pomatt in lingua walser, è la più antica colonia fondata da queste popolazioni germaniche durante le migrazioni del XIII secolo oltre i confini del Canton Vallese, attraverso il Passo del Gries: questo salto nel passato da solo può far comprendere la ricchezza culturale di questa vallata unica al confine con la Svizzera. In Valle Formazza si può toccare con mano l’espressione massima dell’eredità dei Walser: nelle abitazioni delle sue piccole frazioni, nell’urbanizzazione, nelle tradizioni superstiti, nei manufatti, oltre che nella tipica cucina locale. Quindi trasferimento al Lago di Morasco: un lago di montagna a 1815 metri, bacino artificiale nato dalla Diga omonima dal quale scaturiscono le Cascate del Toce. Con i suoi spettacolari 143 metri è il salto d’acqua più poderoso d’Europa. La cascata è alimentata dal fiume Toce che si forma nella piana di Riale dalla confluenza dei torrenti Hosand, Gries, Rhoni. Fu visitata ed amata da numerosi visitatori illustri come Richard Wagner, Gabriele D'Annunzio, la Regina Margherita, il Re Vittorio Emanuele III, Giosuè Carducci e dall’Abate Antonio Stoppani che hanno lasciato entusiastiche descrizioni di quella che veniva già definita la più bella cascata delle Alpi. Sulla sommità, un fantastico punto d'osservazione è il balconcino in legno proteso sopra il salto d'acqua. La Cascata del Toce, per intuibili esigenze produttive, è visibile nella sua maestosità solo per brevi periodi nel corso dell'anno. Rientro in albergo per il pranzo e partenza per la Riviera con arrivo in tarda serata.

Dettagli prezzo

Supplemento camera singola
€ 90,00

Incluso/Escluso

  • viaggio in autopullman Gran Turismo
  • sistemazione in hotel 3*, in camere doppie con servizi privati e trattamento di pensione completa dal pranzo del 1° al pranzo del 3° giorno, bevande incluse
  • visita guidata per tutte le escursioni
  • biglietto della cremagliera da Locarno alla partenza della funivia e biglietto della funivia per monte Cardada andata e ritorno e assicurazione
  • ingressi, tassa di soggiorno se dovuta, extra di carattere personale e tutto quanto non incluso nella quota comprende.

Vedi su Mappa

Created with Sketch.
Prezzo €440,00

Fai una domanda

Ti potrebbe interessare