Viaggi in tutto il mondo dal 1981...

CERCA LA TUA VACANZA Contattaci Dove Siamo Home Page
Contattaci subito!
Contatto Diretto

liste-nozze
fb.png

Tieniti aggiornato con la nostra newsletter. Registrati, e periodicamente riceverai le nostre promozioni nella tua casella di posta elettronica.
   
   


 

Vetrina > ITALIA > LA FIERA DI SANT’ORSO AD AOSTA E IL CASTELLO DI FENIS Mercoledì 30 e giovedì 31 Gennaio 2019
Stampa   E-mail  
AOSTA.jpg
AOSTA.jpg 
 
  • AOSTA.jpg
    AOSTA.jpg
  • FIERA-DI-SANTORSO.jpg
    FIERA-DI-SANTORSO.jpg
  • FIERA SANT ORSO.jpg
    FIERA SANT ORSO.jpg
  • FIERA SANT ORSO2.jpg
    FIERA SANT ORSO2.jpg
  • SANT'ORSO.jpg
    SANT'ORSO.jpg
  • Fenis.jpg
    Fenis.jpg
  • Fenis 1.jpg
    Fenis 1.jpg
  • Fenis2.JPG
    Fenis2.JPG
  • Fenis3.jpg
    Fenis3.jpg
Tipologia: ITALIA
Prezzo: € 250

1° giorno - RIVIERA LIGURE – AOSTA
Partenza in mattinata in autopullman Gran Turismo, via autostrada, arrivo ad Aosta, sistemazione in albergo e pranzo. Quindi trasferimento in centro città e tempo a disposizione per la visita della Fiera di Sant’Orso. E’ per prima cosa una grande manifestazione popolare, un inno alla creatività e all'industriosità delle genti di montagna. Ogni anno un migliaio di espositori, tra artisti ed artigiani valdostani, presentano con orgoglio e legittima soddisfazione i frutti del loro lavoro, svolto come hobby o come vera e propria attività produttiva, sempre però di stampo prettamente artigianale. Sono presenti tutte le attività tradizionali: scultura ed intaglio su legno, lavorazione della pietra ollare, del ferro battuto e del cuoio, tessitura del "drap", stoffa in lana lavorata su antichi telai in legno, e poi merletti, vimini, oggetti per la casa, scale in legno, botti…
Nelle strade cittadine si ripete ogni anno un evento che mette in luce i "fiori" del lavoro artigianale valdostano. Nel Medio Evo la Fiera si svolgeva nel Borgo di Aosta, in quell'area circostante la Collegiata che porta il nome di Sant'Orso. Racconti leggendari narrano che tutto ha avuto inizio proprio di fronte la Chiesa dove il Santo, vissuto presumibilmente nei primi anni dei VI secolo, sarebbe stato solito distribuire ai poveri indumenti e "sabot", tipiche calzature in legno ancora oggi presentate alla Fiera. Adesso è tutto il centro cittadino ad essere coinvolto nella manifestazione, all'interno e a fianco della cinta muraria romana. La Fiera è anche musica, folklore e occasione di degustazioni gastronomiche di vini e prodotti tipici, con una vera e propria festa popolare. Seguendo la cartellonistica pedonale è possibile visionare tutta la produzione artigianale, di tradizione e non, esposta sui banchi, un migliaio, che si snodano tra gli edifici più antichi di Aosta.
Cena libera con possibilità di cenare all’interno della fiera nel grande padiglione eno-gastronomico o nei locali cittadini.
Si potrà vedere la Veillà: questa manifestazione, nata proprio dal clima festoso della Fiera e dalla volontà di ritrovarsi, viene riproposta anche quest’anno con distribuzione gratuita di brodo e vino caldo. Numerosi gruppi (corali, gruppi folkloristici e gruppi itineranti) allieteranno con canti, musiche e danze la serata.
Quindi rientro in albergo, pernottamento.

2° giorno – CASTELLO DI FENIS - RIVIERA LIGURE
Dopo la prima colazione partenza per la visita del Castello di Fenis: è sicuramente il più famoso e visitato dei castelli della Valle d’Aosta. Il suo aspetto esterno fatto di torri, feritoie e cinte murarie merlate ne fanno lo stereotipo del castello medievale, non a caso il castello di Fénis è stato scelto come location anche per alcuni film. Sede di rappresentanza della potente famiglia Challant, il castello fu costruito nel XIV secolo da Aimone, mentre la decorazione pittorica degli interni risale al XV secolo. Il Castello colpisce il visitatore il suo aspetto esteriore, ma anche gli interni nascondono dei veri e propri tesori, come il famoso cortile con scala semicircolare dominata dall’affresco raffigurante San Giorgio nell’atto di uccidere il drago e liberare la principessa. Sul ballatoio invece si possono ammirare alcuni saggi e filosofi che tengono in mano delle pergamene sulle quali è possibile leggere dei motti in antico francese. Tra le varie stanze visitabili del castello è possibile ammirare mobili antichi collocati qui in epoca fascista con l’intento di realizzare il Museo dell’ammobiliamento tipico Valdostano.
Possibilità di sosta in un caseificio di Fontina Valdostana e altri prodotti tipici.
Pranzo in ristorante o agriturismo.
Quindi rientro, via autostrada, per la Riviera Ligure con arrivo in serata.

Quota di partecipazione:    € 250,00
Supplemento singola:       €  50,00 (in numero limitatissimo)
 
La quota comprende:
•    viaggio in autopullman Gran Turismo
•    sistemazione in hotel di 3 stelle in camere doppie con servizi privati (tassa di soggiorno inclusa)
•    trattamento di mezza pensione in albergo, bevande incluse
•    pranzo del 2° giorno
•    ingresso e visita guidata del castello di Fenis

•    assicurazione 

La quota non comprende:
cena del 30 gennaio, ulteriori ingressi, extra di carattere personale e tutto quanto non incluso nella “quota comprende”.
 

Maggiori Informazioni
Numero Giorni: 2
Mezzo di Trasporto: Tutto Bus


Fai una domanda / Prendi un appuntamento
Nome:

E-mail:

Numero Telefono:

Richiesta Informazioni:


© 2008-2018 Copyright Ponente Viaggi di Globoways srl - Via Alfieri 9 18100 - Imperia - p.iva: 00689530087
Tel. 0183.27.61.15 - Fax. 0183.27.51.32 - E.mail:globoways[AT]ponenteviaggi.it- Privacy Policy - Cookie Policy
Statistiche
Visitatori: 1806889